Tecniche Musicali Olistiche

Profilo della Disciplina

Modelli Operativi delle Tecniche Musicali Olistiche. Le Tecniche Musicali Olistiche si basano su modelli operativi di documentata scientificità quali il modello dell’argentino Benenzon che utilizza il suono, la musica e il movimento per facilitare la socializzazione; il modello degli inglesi Paul Nordoff e Clive Robbins, in cui bambini in gruppo imparano diversi ritmi per aiutare i movimenti del corpo; il modello elaborato negli anni “70 dalla violinista Mary Priestley, che utilizza l’improvvisazione musicale come mezzo creativo per aprire una via di crescita personale; il metodo dell’americano Clifford Madsen che usa la musica come mezzo di rilassamento e miglioramento della vitalità; il metodo di Helen Bonny, che utilizza  la musica come evocatrice d’immagini per migliorare la condizione fisica, intellettuale e spirituale; il dialogo sonoro dell’italiano Mauro Scardovelli che, ispirato ai musicisti che improvvisano, si pone il fine di facilitare attraverso il suono l’interazione tra i componenti di un gruppo e, infine, il metodo del Neurologo Livio Claudio Bressan, che si basa sulla integrazione tra Tecniche Musicali, Artistiche e Manuali Olistiche, finalizzate al recupero del benessere psicofisico della Persona anziana.

Finalità. Formare Operatori in Tecniche Musicali Olistiche che, attraverso la stimolazione sonoro-musicale, siano in grado di mantenere o recuperare il benessere psicofisico della Persona nella sua globalità.

Cosa sono le Tecniche Musicali Olistiche. Le Tecniche Musicali Olistiche utilizzano la musica (suono, ritmo, melodia e armonia) e gli strumenti musicali, da parte di un Operatore qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a mantenere o recuperare lo stato di benessere della Persona, stimolando le risorse vitali dell’individuo attraverso metodi la cui efficacia sia stata verificata nei contesti culturali e geografici in cui la singola Tecnica si è sviluppata.

Piano dell’offerta formativa:

La formazione dell’Operatore in Tecniche Musicali Olistiche ha durata triennale e un monte ore complessivo di 850 ore. Il monte ore è comprensivo di formazione in aula, tirocinio, preparazione della tesi ed esame finale teorico-esperienziale. Per accedere al corso è richiesto il Diploma di Scuola Media Superiore.

La formazione professionale prevede le seguenti aree formative:

AREA MUSICALE: (25% del monte ore): Teoria musicale di base (I); Laboratorio corale (I); Laboratorio strumentale (II); Musica d’insieme (II); Pianoforte funzionale (II); Acustica e informatica musicale (III); Emozioni in musica (II); Filosofia della musica (III);

AREA BIO MUSICALE: (45% del monte ore): Fondamenti Teorico-Pratici (I); Dialogo Sonoro (II); Tecniche Musicali Olistiche e ricerca (III); Introduzione alla statistica (III); Analisi di percorsi di cambiamento (III); Laboratori in Tecniche Musicali Olistiche (III); Elementi di Biodanza, musica e movimento (III); Tecniche artistiche integrate (II); Voce ed espressione corporea (III); Storia delle Tecniche Musicali Olistiche (III);

AREA CULTURALE: (15% del monte ore): Elementi di Neuro anatomia (I); Elementi di Fisiologia della Mente (II); La mente musicale (III); Sviluppo del bambino (II); L’invecchiamento nell’anziano (II); Disagio nell’adulto (III);

AREA RELAZIONALE: (10% del monte ore): Comunicazione non verbale (I); Analisi delle emozioni (II); Dinamiche di gruppo (III).

AREA NORMATIVA: (5% del monte ore): Progettazione; Normative Nazionali e Regionali sulle Tecniche Musicali Olistiche (III).

 

 

PIANO FORMATIVO DELLA DISCIPLINA

 

  • Area musicale ……………………………………………………………………… Monte ore minimo 135
  • Area bio musicale ……………………………………………………………….. Monte ore minimo 243
  • Area culturale ……………………………………………………………………… Monte ore minimo 81
  • Area relazionale ………………………………………………………………….. Monte ore minimo 54
  • Area normativa ………………………………………………………………….. Monte ore minimo                27
  • Altre aree ……………………………………………………………………………. Monte ore minimo 0

____

Monte ore frontali* totale (di 60 minuti) minimo strutturato in modo vincolante                540

Monte ore discrezionali           0

____

Per un totale ore frontali                                                          540

  • Tirocinio – pratica – stage …………………………………………………………………………………… 250

Monte ore totale omnicomprensivo ………………………………………………………………….                 790

  • Tesi ……………………………………………………………………………………………………………………    60

Monte ore totale omnicomprensivo ……………………………………………………………….            850

Di cui massimo il 20% di formazione a distanza, ad esclusione dell’area tecnica.

 

*N.B. ore frontali sono le ore svolte con la conduzione diretta e/o comunque la supervisione diretta all’attività da parte del docente.